Alle Olimpiadi del 2016 di Rio che la medaglia sia d’oro, d’argento o di bronzo non è l’unica cosa che conta, perché il nastro di quelle medaglie è per il 50% plastica da bottiglie riciclate!

I Giochi Olimpici di Rio hanno attirato l’attenzione sulla questione dei rifiuti e in particolare sulla plastica e sul suo riutilizzo. Prima che i giochi cominciassero, una splendida “Madonna” fatta da 5000 bottiglie di plastica raccolte a Rio de Janeiro, è stata realizzata nella spiaggia di Botafoga per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’inquinamento degli oceani.

madonna-plastica

Ora anche sulla spiaggia di Copacabana, grazie alla collaborazione con l’olandese B Corp Dopper, gli anelli Olimpici, il simbolo dei giochi, sono stati realizzati in plastica riciclata.

annelli-olimpici-copacabana-spiaggia-rio2

Anche lontano dalle Olimpiadi di Rio, le B Corps hanno pensato di poter dare il loro contributo al problema dei rifiuti negli oceani. Insieme, le B Corp olandesi, Alfa Accountant en Adviseurs, WAAR, e Dopper, hanno preso parte ad una giornata “B Corp per una spiaggia pulita” durante la quale sono stati rimossi 500 kg di rifiuti e plastica in un solo giorno! 

b-corp-spiaggia

Guarda il video QUI

Scopri cosa sono le B Corps