Il secondo giorno di Tihar, festa religiosa autunnale del Nepal, i cani sono onorati, celebrati, e anche adornati di splendide ghirlande. Questa giornata è detta Kukur Tihar.

Diwali, una delle grandi celebrazioni del calendario indù, è un festival autunnale di cinque giorni generalmente noto come la festa delle luci.

In Nepal, il Diwali è chiamato Tihar. Simile alle altre osservanze Diwali, durante la festa, le lampade sono accese tutta la notte.

Ogni giorno ha le sue celebrazioni e osservanze particolari, le credenze variano nell’Induismo da una regione all’altra. Nonostante le differenze regionali e confessionali, il Diwali è un periodo di regali, racconti di storie e il riconoscimento dei rapporti che gli umani hanno con tutte le cose.

Il Diwali – Tihar, la festa delle luci, celebra il trionfo della luce sulle tenebre, della conoscenza sull’ignoranza e la dissoluzione delle barriere che separano gli esseri umani dai autentica esperienza del mondo.

L’Induismo nepalese è l’unico a dedicare la seconda giornata di Tihar, il Kukur Tihar, al culto dei cani.

– I Cani nella tradizione indù

I cani sono particolarmente importanti per i praticanti indù del Nepal. Durante Kukur Tihar, si celebra il ruolo dei cani nella storia e nella vita umana. Nel Rigveda, uno dei più antichi testi dell’induismo, Samara – la madre dei cani – assiste Indra, il sovrano del cielo, nel recupero del bestiame rubato.

La tradizione indù sostiene che un cane è il custode e messaggero di Yama, il signore e giudice dei morti. Un cane è anche il custode delle porte dell’aldilà.
Alla fine del Mahabharata, il re di giustizia, Yudhishthira, si rifiuta di entrare in paradiso senza il suo cane devoto.

Il cane sembra presidiare la strada del Dharma, il sentiero della rettitudine.

cane nell'induismo

Indra si rifiuta di accetare il cane di Yudhishthira in cielo. Yudhishthira si rifiuta di entrare.

 

Durante il Tihar, ogni giornata è dedicata a onorare un concetto o un’entità diversa: corvi, cani, mucche, buoi, e le nostre relazioni fraterne con loro.

– Diwali per i cani: la ghirlanda

Quali forme prende questo culto? Durante Kukur Tihar, celebrare i rapporti mitologici e reali fra gli esseri umani e cani sono l’obbiettivo principale della giornata. Una ghirlanda di fiori è avvolta intorno al collo di ogni cane, anche quelli randagi.
Nelle foto, si noterà la corona di fiori appesi al collo di ogni cane. Questa collana floreale, chiamato Malla, è un segno di rispetto e dignità. Rende chi lo indossa importante, e simboleggia le preghiere che vengono affidate al cane.


– Diwali per i cani: il tika

Durante il Kukur Tihar, un segno rosso viene messo sulla fronte di ciascun cane. In Nepal, questo “marchio” è chiamato il tika, una pasta a base di Abir – un colorante rosso in polvere – insieme con riso e yogurt. Il tika viene applicato in un solo colpo sulla parte alta della fronte.

Come la malla delle ghirlande al collo, il tika rosso contrassegna il cane sia come essere devoto della via retta, sia come oggetto di devozione. Il tika impregna il cane con un’aria di sacralità e agisce come una benedizione per coloro che incontrano il cane durante il Kukur Tihar.


– Diwali per cani: le offerte di cibo

Preghiere e fiori sono certamente belli, ma i cani sono più interessati alla loro parte preferita del Kukur Tihar: le offerte di cibo. Il primo giorno di Diwali, Kaag Tihar, il cibo è disposto sui tetti delle case come offerta ai corvi. Il secondo giorno, le offerte di cibo sono messe fuori per tutti i cani, sia per quelli di casa, così come per i randagi.
Queste offerte di cibo possono includere latte, uova, carne o cibo per cani di alta qualità. Alcuni possono anche offrire ai cani un po ‘di sel roti, un dolce fritto simile a una ciambella.

Questo è il giorno in cui i cani hanno il miglior cibo!

Il giorno del Kukur Tihar si onorano i cani in tutti i loro aspetti: come guardiani, compagni e amici.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Leggi su Dogster