In Nuova Zelanda gli animali non dovranno più sopportare forzatamente prodotti chimici negli occhi o in gola per testare un mascara o uno shampoo.
Il governo ha deciso di ascoltare la voce degli animalisti e dei gruppi di cittadini e attivisti schierati contro i test sugli animali per prodotti cosmetici.
Il divieto, introdotto dal membro dei “verdi” MP Mojo Mathers, si presenta sotto forma di un emendamento al “New Zealand’s Animal Welfare Amendment Bill”.
Come dice il ministro Nathan Guy, “questo emendamento invierà un messaggio importante che questo tipo di test è inaccettabile per i neozelandesi”.

stop-test-animali-nuova-zelanda

Questo passo in avanti era atteso da tempo, da adesso conigli, topi e altri animali non potranno essere più sottoposti a trattamenti crudeli: La Nuova Zelanda si avvicina così alla linea dell’Unione Europea, India e Israele.
Il PETA e i suoi partner internazionali stanno cercando di convincere anche altri paesi come Cina e USA a interrompere queste pratiche crudeli. Lo stesso organismo lavora per far vietare i test su animali anche per gli ingredienti dei cosmetici in Europa, dove da 2 anni vige il divieto di sperimentazione e vivisezione di animali per i cosmetici ma non appunto per i singoli ingredienti.

Leggi su PETA