tisana depurativa

Cardo Mariano (Silybum Marianum)

Dopo le abbuffate natalizie è giunto il momento di depurare l’organismo e perchè no, cercare di perdere quei grassi che si sono accumulati e che si accumuleranno anche con il Cenone di Capodanno.

Grandi vantaggi possiamo trarre dalle tisane depurative che aiutano i nostri organi e soprattutto il fegato a smaltire le tossine, e anche dalle tisane depurative dimagranti che aiutano l’eliminazione dei grassi in eccesso.

tisana marrubio

Marrubio (Marrubium Vulgare)

La pianta più efficace nella depurazione del corpo e del fegato è sicuramente il Cardo Mariano (Silybum Marianum): Questa pianta molto comune nel bacino del mediterraneo è l’unica per la quale esistono evidenze significative che lo vedono come epatoprotettivo. Con questo termine si sottolinea la capacità di un rimedio erboristico, di promuovere la salute e la funzionalità epatica; per esempio il cardo mariano si è dimostrato in grado di stimolare la rigenerazione epatica dopo un danno da sostanze tossiche. Altrettanto note e ben documentate sono le sue qualità antiossidanti, che proteggono le cellule epatiche dal danno indotto dai radicali liberi. I principi attivi del cardo mariano non sono solubili in acqua, motivo per cui alle tisane si preferiscono in genere estratti secchi standardizzati in silimarina. La silimarina è estratta dagli acheni del cardo mariano, una miscela di flavonolignani (silibina, silidianina, isosilibina e silicristina) noti per le proprietà depurative e protettive sul fegato. Il cardo mariano viene utilizzato in tutte le malattie del fegato in cui sia rilevato un danno anatomico-funzionale, dato che effettua un’azione rigeneratrice nei confronti della cellula epatica e rende più resistente la cellula nei confronti degli agenti epatotossici.

Il Cardo Mariano si beve in infusi e tisane spesso accompagnato da altre erbe e fiori purificanti come il Carciofo e il Tarassaco bevendone una tazza al di per 15 20 giorni.

Per le tisane, affinché abbiano effetto, è necessario berne una o due al giorno per 20 giorni, e dopo due settimane di pausa, ripetere il ciclo.

bardana

Bardana (architium Lappa)

Tenendo conto di queste indicazioni passiamo alle tisane depurative per perdere peso che mai come in questo periodo festivo sono gettonatissime: Bardana (architium Lappa) e Marrubio (Marrubium Vulgare) sono le piante che fanno alo caso nostro. La Bardana è molto usata in medicina per le sue tante proprietà tra le quali: purifictrice del sangue, depurativa in generale, ipoglicemica, fungicida, antibatterica, stomachica, lassativa e diuretica, queste sue qualità aiutano a rimettere in circolo i grassi in eccesso, a questo punto entra in gioco il Marrubio che favorisce la digestione con i suoi principi attivi amari in grado di sollecitare la secrezione gastrica.

Per preparare una tisana di Bardana e Marrubio versate in un pentolino 250 cl di acqua bollente e aggiungete 10-15 grammi della miscela in parti uguali delle due piante. Lasciate in infusione per quattro o cinque minuti, quindi filtrate il liquido con un colino. Se non vi piace il sapore usate il miele, perché lo zucchero potrebbe neutralizzare alcuni principi attivi. Fate raffreddare un po’ e sorseggiatene lentamente due tazze al giorno.

Ricordate che in genere, le erbe non danno problemi, o effetti collaterali, ma prima di fare una cura prolungata a base di tisane, bisogna sempre consultare il medico soprattutto se si soffre di patologie particolari.