Biciletta Elettrica

Bicicletta Elettrica

Non serve essere attenti esperti in statistica o vigili urbani per rendersene conto: aumenta di anno in anno il numero dei ciclisti urbani.

Sarà la crisi economica che spinge sempre più cittadini italiani (ed europei) a rivolgersi a mezzi di spostamento più economici, sarà la consapevolezza e la coscienza ecologica che fa ripensare la propria mobilità all’insegna delle zero emissioni; saranno anche le istituzioni che spingono al cosiddetto “modal split”, ovvero una mobilità mista, dove quella ciclabile dovrebbe arrivare al 15% entro il 2020, come messo nero su bianco sulla Carta di Bruxelles.

Senza imbarcarci in interessanti quanto ammorbanti discussioni sui problemi che una bassissima educazione civica e stradale uniti a un codice della strada quantomeno ‘stagionato’ pongono nelle strade percorse sempre più da due ruote a pedali, rileviamo come l’aumento del numero dei ciclisti urbani abbia un impatto tutt’altro che trascurabile sull’industria della bicicletta e su tutto il suo comparto.

Non si parla soltanto di numeri, ma anche di modalità di utilizzo della bicicletta. Non tutti i ciclisti urbani infatti sono allenati ad affrontare le pendenze che troviamo in molte città italiane, altri sono allenati ma hanno il problema di non poter arrivare sudati e vibranti sul posto di lavoro . Roma ne è un esempio lampante, come ci ricorda questo simpatico articolo.

Per questi due motivi, il mercato delle biciclette elettriche e a pedalata assistita è in crescita e diventa sempre più appetibile per produttori, investitori e anche per gruppi industriali che con la bicicletta hanno ben poco a che fare. Ma che le producono in modo egregio, come per esempio la Smart e la Audi.

Audi e-Bike Worthersee

Audi e-Bike Worthersee

E-Bike Smart

E-Bike Smart

 

 

 

 

 

 

 

Queste ‘bestioline’ che vedete qui sopra sono ripiene di tecnologia e hanno un costo che supera le due migliaia di euro. Sostenibili ed ecologiche anche se costose..

Ovviamente il mercato è così vasto che si trovano soluzioni alla portata di tutte le tasche, come ad esempio le biciclette Hinergy Bikes.

Per lui.

E-town Hinergy Bikes per lui.

Per tutti.

E-town Hinergy Bikes per tutti.

 

Per lei.

E-town Hinergy per lei.

 

Questi bolidi, costruiti con materiali riciclabili, utilizzando materiali e tecniche di produzione a bassissimo impatto ambientale, permettono di affrontare in scioltezza qualunque pendenza urbana, salvaguardando il piacere della pedalata. Dal punto di vista tecnologico, sono equipaggiate con batterie con tecnologia in Ioni di Litio, disponibili in 3 taglie di potenza: Short (6,6Ah), Medium (8,8Ah) e Long (11,6Ah). Asportabili in una sola mossa, permettono di scegliere liberamente l’autonomia desiderata. Le batterie a Ioni di Litio sono equipaggiate con celle Sony, a garanzia di una maggiore qualità e sicurezza.

Le biciclette Hinergy sono equipaggiate con un mini computer di bordo. Questo controlla la carica della batteria e permette di selezionare il livello di assistenza desiderato: 3 livelli di assistenza per trovare il perfetto equilibrio tra la velocità desiderata e la frequenza di pedalata preferita. Tenendo premuto il pulsante 6 km/h si ha la possibilità di condurre la bicicletta elettrica a mano senza sforzi.

Il motore sensorless, da 250W che le Hinergy hanno in dotazione, dona decisamente “una marcia in più” all’utente, permettendogli di districarsi al meglio nel traffico e di superare senza difficoltà le salite, anche con l’aiuto del cambio Shimano Tourney a 7 rapporti (Il motore da 250W permette ad una persona di circa 80 kg, partendo da fermo ed arrivando fermo, di percorrere una pendenza del 10% – circa 100 metri con un dislivello di 10 metri – ad una velocità media di 9 km/h).

Sensore di pedalata integrato: 20 magneti alloggiati in un disco e un sensore che percepisce il campo magnetico da essi generato, garantiscono il controllo immediato durante la rotazione dei pedali.

Tanta tecnologia al servizio della mobilità ciclabile e dell’ambiente, con una particolare attenzione alle batterie. Già, di per sé la bicicletta Hinergy non ha componenti inquinanti come la plastica o tinte sintetiche tossiche. Ma le biciclette elettriche a pedalata assistita sono dotate di una batteria, ovvero di uno dei dispositivi elettronici più ostici dal punto di vista della riciclabilità e dello smaltimento.
Per questo, quando ci si trova a dover scegliere una bici, va posta molta attenzione sulla batteria, come fa Hinergy, scegliendo modelli che possano durare il più a lungo possibile e di qualità garantita.

Scopri le biciclette “Hinergy Bikes”

Scopri tutte le biciclette Eletriche su GoGreen