imageL’attenzione del pubblico alla sostenibilità dei processi produttivi e dei prodotti stessi è fortunatamente in crescita da ormai un decennio, così come l’importanza che il tema della sostenibilità riveste nelle scelte dei produttori e degli attori che operano nella filiera di sempre più prodotti.

Se si avverte sempre più l’esigenza di produttori, industrie e prodotti sostenibili, cresce al contempo anche la necessità di strumenti e di protocolli di controllo sulla filiera dei prodotti: dall’origine delle materie prime alle modalità di lavorazione alla gestione delle risorse umane per finire a ciò che accade al prodotto e ai suoi componenti una volta che il prodotto terminerà la sua vita di utilizzo.

Un prodotto e la sua filiera passano diverse fasi di controllo eseguito da entità competenti prima di ricevere le certificazioni che lo qualificano come sostenibile, responsabile, fair trade, ecologico…

Per quanto riguarda il settore tessile, tra le principali certificazioni che contraddistinguono la totalità dei prodotti GoGreenStore troviamo la FWF, emessa dalla Fair Wear Foundation.

La Fair Wear Foundation è un’organizzazione non governativa fondata negli Stati Uniti che è impegnata nel miglioramento complessivo delle condizioni di lavoro del settore tessile in tutto il mondo. Opera insieme a sindacati, altre ONG e associazioni di categoria effettuando controlli sulle filiere delle materie prime del tessile e dei prodotti tessili lavorati; controlli volti a verificare che le aziende che si fregiano della qualificazione FWF rispettino il codice etico dell’organizzazione.

Acquistare un capo d’abbigliamento, che abbia la certificazione FWF significa sostenere aziende che riservano ai propri addetti condizioni di lavoro accettabili e dignitose.

T-shirt Donna Bella Ciao by SanCrò

T-shirt Donna Bella Ciao FWF by SanCrò

Per ricevere la certificazione FWF, un’azienda tessile deve rispettare gli otto punti del codice etico FWF:

1 – l’azienda deve impiegare persone che scelgono liberamente di lavorare in quell’azienda.

2 – l’accesso al lavoro, la retribuzione e le condizioni contrattuali non devono operare distinzioni di sesso, religione, posizione politica, appartenenza o meno a sindacati.

3 – l’azienda non deve impiegare lavoro minorile.

4 – dev’essere garantita la libertà di assemblea, associativa e di contrattazione pubblica.

5 – il salario erogato deve poter consentire la sussistenza del lavoratore secondo i livelli di standard del paese dove opera.

6 – i turni di lavoro devono essere quelli dettati dalle leggi del paese dove l’azienda opera.Niente turni massacranti.

7 – l’azienda deve predisporre ai suoi addetti condizioni di lavoro sicure e salubri.

8 – la politica contrattuale dell’azienda dev’essere limpida ed evitare eccessi e abusi come ad esempio forme di lavoro minorile mascherate da apprendistato.

Questo codice etico, questi “labour standarts”, vengono applicati da FWF secondo le loro linee guida d’azione, ovvero verificando la responsabilità di tutta la filiera ovvero effettuando controlli su tutte le aziende che con i loro prodotti e/o servizi concorrono al prodotto finale, assumendo norme sul lavoro derivanti da convenzioni dell’OIL e dalla Dichiarazione delle Nazioni Unite sui diritti.
Inoltre, i processi di verifica vengono estesi non solo all’azienda in questione ma a tutti i suoi portatori di interesse (ovvero i fornitori, i distributori, i finanziatori e i collaboratori). Va infine sottolineato l’impegno della FWF alla massima trasparenza nel suo operato, che entra in queste linee guida garantisce a tutto il suo lavoro una grande credibilità.

È proprio per questo grande impegno per la trasparenza che l’attività del FWF viene controllata da una serie di realtà quali:

Modint (Associazione internazionale di categoria per la moda, l’interior design, tappeti e tessuti)
CBWMITEX (Associazione internazionale di categoria per i rivenditori della moda, dell’interior design, di calzature e di abbigliamento sportivo)
FGHS (Associazione di categoria di fornitori di articoli sportivi)
FNV Bondgenoten (Federazione intersindacale internazionale settore terziario)
CNV Dienstenbond (Sindacato cristiano sociale settore terziario)
Clean Clothes Campaign (Iniziativa olandese per la resposnabilità sociale del settore tessile)
Brot für alle (ONG svizzera attiva per lo sviluppo sostenibile in Asia, Africa e Sud America).

L’impegno dei produttori, dei rivenditori e in generale di tutti gli attori della filiera è un grosso passo in avanti verso un futuro più giusto e sostenibile.

T-shirt Donna Mermaid by SanCrò

T-shirt Donna Mermaid by SanCrò